venerdì 11 dicembre 2009

Marmellata di arance




5 kg di arance mature, ma sode e soprattutto non trattate dal frutticoltore e ben lavate (passandole anche con uno spazzolino, se necessario)
2 kg di zucchero (bianco o di canna) 

cannella in polvere
noce moscata in polvere
zenzero in polvere
una decina di bacche di cardamomo verde
due fiori di anice stellato
2 chiodi di garofano
1 baccello di vaniglia

2 limoni (succo)
2 mele (meglio se tipo Golden) 

Con un pelapatate togliere accuratamente la parte arancione della buccia di tutte le arance e tenerla da parte. Di seguito togliere la parte bianca e, tagliando a pezzi i frutti, togliere anche il più possibile delle pellicine e dei filamenti bianchi tra gli spicchi. 

Raccogliere le arance così preparate in una pentola di acciaio con il fondo spesso, unire lo zucchero e tutte le spezie  mescolate. Quelle che non sono già in polvere vanno polverizzate in un mortaio con molta cura (ricordate di aprire i baccelli di cardamomo e usare solo i semini neri); il baccello di vaniglia va aperto e raschiato con un coltellino per ricavarne tutta la polpa.



Ovviamente la quantità delle spezie da unire alla marmellata dipende molto dai gusti personali, ma bisogna anche tenere presente che il profumo e il sapore delle arance sarà comunque preminente e le spezie sono destinate a dare più che altro un  retrogusto e un profumo un po'... esotico.

Unire il succo  - filtrato - dei limoni.

Cuocere per circa 30 minuti a fuoco moderato, mescolando molto spesso. Nel frattempo tritare con una mezzaluna (non con un tritatutto elettrico, mi raccomando) le bucce di arancia in modo da ottenere un trito fine.

Sbucciare e mondare le mele, ridurle a  pezzetti molto piccoli. Unirli alla marmellata.

Cuocere circa 15 minuti.

Togliere la pentola dal fuoco e passare la marmellata con un frullino a immersione.

Unire il trito di bucce e cuocere per altri 15 minuti. Credo non sia necessario cuocerla di più, ma anche questo dipende molto dai gusti personali. Tenete però presente che questa marmellata di arance - vista la dose di zucchero non eccessiva -  rimane sempre piuttosto liquida.
Mentre la marmellata termina la cottura sterilizzare i vasetti e i relativi tappi; quindi riempirli con la marmellata bollente e disporli a testa in giù fino al completo raffreddamento.