sabato 22 maggio 2010

Insalata tiepida di fregula e calamari





Ieri è stato di nuovo venerdì, di nuovo giorno di pesce, di nuovo giorno di calamari.

Calamari protagonisti di una semplicissima insalata tiepida che è stata apprezzata in famiglia e che conto quindi di inserire nel mio repertorio.

Calamari
pomodori rossi e maturi, ma sodi
cipolla bianca
fregula fine (circa 50 g per commensale)
brodo vegetale
olio, sale, pepe
peperoncino, menta, erba cipollina, basilico, aglio
succo di limone 

Mondare i calamari e ridurre a pezzi sia i tentacoli sia le sacche, lavare bene il tutto e lasciare riposare in un colino.

Tagliare a pezzetti i pomodori ed eliminare il grosso dei semi, affettare sottilmente la cipolla. Disporre entrambi in una insalatiera e condire con sale, pepe bianco, olio extravergine di oliva, un pizzico di peperoncino in polvere, il succo di mezzo limone, le erbe fresche tagliuzzate molto finemente. Lasciare insaporire.

Mettere a bollire del brodo di verdura (salando solo se necessario)*, quindi gettarvi la fregula fine e cuocerla per circa dieci minuti; scolarla e stenderla su un piatto in modo che si asciughi un po’ e che si intiepidisca. 

Nel frattempo, in una padella piuttosto larga, far imbiondire uno spicchio di aglio schiacciato nell’olio aromatizzato con un pizzico di peperoncino, quindi unire i calamari e farli saltare fino a ultimare la cottura (ci vorranno meno di dieci minuti), quindi toglierli dal fuoco e scolarli di tutto il liquido.

A questo punto unire i calamari all’insalata di pomodori e, a piacere, unire anche la fregula; oppure disporre su un piatto una “cupola” di fregula attorniata dall’insalata di calamari, in modo che ognuno possa servirsi delle quantità desiderate.

*se non avete brodo di verdura a disposizione, potete usare anche solo acqua, ma ricordate di aggiungere un cucchiaino di olio.

6 commenti:

  1. Io non sono mai riuscita ad apprezzare la fregula, dopo averla assaggiata una prima volta intrisa d'olio con delle arselle... ma così presentata - quasi un cous cous - potrei anche ritentare... E' che mi pare sempre di non saper cucinare il pesce. Mentre vivrei di verdure: e quando sono dalle tue parti non è che ne trovi sempre di bellissime...
    Un saluto da sotto il tuo stesso cielo,

    Sabrine

    RispondiElimina
  2. @sabrine: Quali "mie parti"...? Qui nell'isola, se hai bisogno di indicazioni su dove comperare ottima verdura, sono a disposizione; nella grande città hai ragione: di verdure buone a prezzi accettabili è difficile trovarne! Io invece adoro la fregula, in particolare quella grossa, non tostata...
    A presto

    RispondiElimina
  3. Non è solo questione di prezzi: non trovo la varietà che vorrei (alla quale sono abituata vivendo in una grande città), ma soprattutto trovo verdure di sapore e consistenza diversi... che so, zucchine enormi e poco saporite, insalate coriacee, cipolle dal sapore troppo intenso, cavoli solo bianchi. Insomma, devo ancora abituarmi a questi ortaggi. Certo, poi mi si apre il cuore nella stagione dei carciofi, o dei mazzi di asparagi selvatici che compero al mercato o in certe botteghe del centro storico.

    Sabrine

    RispondiElimina
  4. @sabrine: Io, ai primi tempi, avevo difficoltà anche con i nomi delle verdure! Comunque mi sono abituata presto e ora, quando torno a Milano, per me niente ha più sapore... Cmq, qui ho trovato un "ortolano" eccezionale, coltivatore diretto e, in mancanza di prodotti propri, molto attento ai fornitori. Se ti fa piacere, puoi contattarmi via mail così posso dirti come raggiungerlo.

    RispondiElimina
  5. Raggiungibile a piedi in città? Perché altrimenti penso proprio di non potermelo permettere...

    RispondiElimina
  6. @sabrine: Haia! No, ovviamente è in campagna... Senza macchina qui è dura (un'altra di quelle cose cui si fatica ad abituarsi...), ma mai dire mai: ci sono sempre gli amici e le amiche ;-)...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page