lunedì 7 giugno 2010

Pasta con filetti di orata e finocchietto (ovvero Spaghetti ai sapori dell'isola 2)


Questa è un’altra versione della «pasta cotta nella stessa acqua del finocchietto».
Anche qui ingredienti tipici dell’isola non mancano, ma siamo decisamente in una sfera più… raffinata e, se me lo concedete, adatta a una cenetta romantica o, in second’ordine, a una cena con amici buongustai. 

Infatti questo piatto può essere preceduto da un piccola insalata tiepida di gamberi e seguito da un dessert a base di frutta; tutte cose che si preparano facilmente e in anticipo, così da avere le... mani libere quando serve.

Filetti di orata (un filetto per commensale)
pasta (linguine o, in totale alternativa, gnocchetti piccoli fatti in casa)
finocchietto (foglie e gambi verdi freschissimi)
cipolla bianca
yogurt bianco naturale
sale, pepe bianco
olio
Vernaccia di Oristano (giovane)

Pulite e squamate il pesce e ricavatene dei filetti senza pelle e senza spine (massima attenzione a eliminare anche quelle piccoline); se non siete abili in questo tipo di operazione è decisamente meglio lasciarla fare al pescivendolo, altrimenti rischiate di sprecare molto più filetto di quello che mangerete. 

Scaldate abbondante acqua salata per la pasta e, da subito, mettetevi a cuocere il finocchietto; l’acqua diventerà verde chiaro. Dopo circa 5 minuti di bollitura recuperate il finocchietto e gettate la pasta. 

Mentre la pasta cuoce, in una larga padella fate solo appassire qualche fetta di cipolla bianca in olio, quindi unite i filetti di pesce e, man mano che cuociono (pochi minuti, in effetti) a fuoco abbastanza vivace, sminuzzateli con un cucchiaio di legno bagnandoli con un mezzo bicchiere di Vernaccia. 

In ultimo unite parte del finocchietto bollito finemente tritato con una mezzaluna e uno o due cucchiai di yogurt (a seconda della quantità di pesce utilizzato). 

Assaggiate e regolate di sale e pepe. Quando la pasta è pronta scolatela, gettatela nella padella del sugo, fate mantecare e servite velocemente.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page