giovedì 5 agosto 2010

Un dolcetto veloce alle more



Un classico dell’estate: si fa una gita e si torna con le mani tutte macchiate di viola, qualche graffio e un bel bottino di more calde, dolci, piene d’estate! 

Le more di rovo sono assolutamente ottime mangiate così, al naturale, ma, dopo alcuni giorni di permanenza in frigorifero, urge trovare (alle poche rimaste) un utilizzo un minimo più elaborato. 
Questo non è un vero dessert, poiché è di una semplicità disarmante, ma semplicemente un modo per utilizzare la frutta.



More di rovo fresche
vino bianco
zucchero di canna
yogurt
acqua di fiori d’arancio


Versare un vasetto di yogurt per ogni commensale in bicchieri o coppette;  aromatizzare con alcune gocce di acqua di fiori d’arancio e un cucchiaino scarso di zucchero di canna, mescolare bene e riporre in frigorifero.
Lavare le more, metterle in un pentolino, unire pochissimo vino bianco, poca acqua fresca e un cucchiaio di zucchero di canna, quindi porre sul fuoco al minimo (meglio ancora usando una retina spargifiamma) e lasciar scaldare, quindi cuocere, mescolando sempre, fino a che le more non saranno quasi spappolate e si sarà formato un bello sciroppo denso. Lasciare raffreddare completamente. 
Estrarre i bicchierini di yogurt dal frigo, disporre in ognuno uno o più cucchiai di frutti e di sciroppo. Rimettere in frigorifero fino al momento di servire.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page