sabato 20 novembre 2010

Cavolfiore in insalata


La bottega del mio ortolano di fiducia da un po’ sfoggia enormi cesti pieni di giganteschi cavolfiori. Belli, coreografici, freschi e sodi, ma… davvero troppo grossi per riuscire a consumarli in modo ragionevole (ovvero senza farne indigestione o senza vederli perdere freschezza).
L’altra sera mi sono convinta a comprarne uno; l’ho tagliato a metà e ne ho regalato una parte a degli amici (noti buongustai) tenendomi l’altra. Ieri l’ho cucinato in insalata.

Cavolfiore
pomodori ciliegini freschi
cipolla rossa
sale
peperoncino, pepe bianco
olio
aceto bianco, aceto balsamico
prezzemolo tritato

Mondare il cavolfiore, dividerlo in cimette (tagliare anche il gambo centrale in piccoli pezzi) e lavarlo bene.

Mettere il cavolfiore a cuocere, in una pentola ampia, in poca acqua appena salata con l’aggiunta di un cucchiaio di aceto bianco di vino, con il coperchio chiuso.

Mentre il cavolfiore cuoce tagliare i pomodorini a pezzi, affettare sottilmente la cipolla, condire con abbondante olio, sale, pepe bianco, peperoncino in polvere, aceto bianco e un cucchiaino di aceto balsamico e lasciarli insaporire.

Scolare il cavolfiore cotto, ma ancora sodo, attendere un attimo, quindi unirlo ai pomodori, spolverizzare di abbondante prezzemolo tritato, mescolare e lasciare intiepidire o raffreddare completamente, secondo i gusti.

2 commenti:

  1. cavolfiore buonissimo (l'altra metà)
    semplicemente a vapore condito a caldo con olio d'oliva deciso!!!

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page