lunedì 16 maggio 2011

Polpi con fagioli nascosti e patate



L’altra sera, spinta da una vocina interiore, ho fatto un rapido controllo del mio freezer e… eccoli lì i fagioli dimenticati! 

L’estate scorsa, da brava massaia, avevo sgusciato sgusciato sgusciato fagioli e poi li avevo conservati in diversi sacchettini nel freezer per usarli man mano durante l’inverno, ma un sacchetto (il più grande, per giunta) s’era abilmente nascosto sul fondo del non capientissimo elettrodomestico e ne avevo perso le tracce. Ma sapevo che c’era!

Ecco, ho pensato di recuperare quei famosi fagioli e di abbinarli ai polpi in una qualche ricetta, complici le tradizionali patate.

Polpo (2 polpi piccoli è meglio)
fagioli
patate
carota, sedano, cipolla
pomodori secchi
acciughe
olio
succo di limone
aglio
bacche di mirto
sale, pepe bianco, peperoncino
aceto bianco


Lessare i fagioli in abbondante acqua con una carotina, un piccolo gambo di sedano, un quarto di cipolla e un pomodoro secco.
Lessare il polpo (o i polpi) in acqua aromatizzata con bacche di mirto, sedano, carota, cipolla, pomodoro secco e… il classico tappo di sughero, ovviamente.
Preparare un’emulsione con abbondante succo di limone filtrato, altrettanto olio extravergine di oliva, sale, pepe e uno spicchio di aglio schiacciato con l’apposito attrezzo. 
Scolare i fagioli e i polpi dal loro brodo di cottura e tagliare questi ultimi a piccoli pezzi.

Condire i polpi con quasi tutta l’emulsione e mescolare bene. Lasciar riposare. 

A questo punto, mentre i fagioli si raffreddano, lessare le patate pulite e già tagliate a dadini in poca acqua leggermente acidulata con aceto bianco, scolarle e tenerle da parte.
Riprendere i fagioli e passarli con il passaverdure o con il mixer elettrico aggiungendo un cucchiaio di emulsione rimasta, ancora un poco di olio, due acciughe (se sott’olio così come sono, se sotto sale ben sciacquate), un pizzichino di peperoncino e ciò che era rimasto dello spicchio d’aglio.


Comporre il piatto disponendo un paio di cucchiai di crema di fagioli al centro, formando una “corona” di dadini di patata e sistemando al centro l’insalata di polpo. Come ultimo tocco irrorare il tutto con un filino di olio.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page