martedì 14 giugno 2011

Sgombri veloci al pomodoro


Mezz’ora tra il mercato e la tavola. Volete provarci anche voi?


Certo, magari se siete in Vespa il tragitto banco del pesce-porta di casa è più veloce e, di contro, se siete a Milano, anche con tutta la buona volontà il teorema decade; però oggi è successo proprio così. 

La signora del banco del pesce ha attirato la nostra attenzione su seppie, polpi e sgombri assicurandoci che erano freschissimi (in effetti le seppie si muovevano…) e ce li ha incartati velocemente. 

Nel tragitto verso casa, con il profumato pacchetto stretto in mano, ha preso forma la ricetta; una volta deposto il bottino sul piano della cucina i giochi erano praticamente fatti!

Sgombri freschi
passata di pomodoro
pomodori freschi
cipolla
aglio
capperi
olio
succo filtrato di mezzo limone
sale, pepe, peperoncino

Tagliare i pesci a grossi tranci, compresa la testa, senza preoccuparsi di togliere pinne o squame; solo dopo averli tagliati lavarli velocemente con acqua corrente per eliminare interiora e impurità.
Mondare i pomodori freschi e tagliarli a pezzettoni; schiacciare due spicchi d’aglio con l’apposito attrezzo e affettare sottilmente un quarto di cipolla.
Dissalare un pugnetto di capperi e tritarli grossolanamente.
In una padella larga con i bordi alti scaldare olio in abbondanza, gettarvi aglio e cipolla, mescolare e aggiungere il succo di limone. Far imbiondire, quindi disporre in un solo strato i tocchi di pesce e farli rosolare; rigirarli e farli rosolare nuovamente.
Unire la passata di pomodoro, i capperi, sale, pepe e peperoncino in polvere a piacere, quindi aggiungere i pomodori freschi.
Cuocere al massimo 15 minuti, rigirando il pesce una sola volta, ma “smuovendo” spesso la padella che va sistemata su un fuoco vivace-ma-non-troppo.
Servire i tocchi di pesce in piatti singoli irrorati con il sughetto di pomodoro. 


Se avete del pane casereccio da affettare e disporre (più o meno abbrustolito) sul bordo del piatto direi che il pranzo è decisamente completo, con una soluzione saporitissima, velocissima e, tutto sommato, leggera.
Benvenute anche foglie di alloro o basilico fresco, ovviamente!


2 commenti:

  1. Ottima ricetta,consiglierei di togliere il succo di limone. L'acidità al piatto viene data dal pomodoro fresco.

    RispondiElimina
  2. @Anonimo: In linea di massima è vero, ma i miei sgombri erano piuttosto grossi (e quindi grassottelli) e i pomodori utilizzati, di contro, piuttosto dolci. Ho pensato così che un po' di limone avrebbe sgrassato e bilanciato; ma, ovviamente, ognuno segua i suoi gusti: la cucina secondo me NON è scienza, ma... se non arte, almeno onesto artigianato... ;-)

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page