venerdì 28 ottobre 2011

Calamari e zucchine, per tacer dei cannellini


La ricetta di oggi è più che semplice: è un quasi-nulla. Basta mettere tre ingredienti in una padella, accendere il fuoco e aspettare. L’unico accorgimento è usare materie prime freschissime. Tanto è vero che non vi farò nemmeno vedere il piatto, ma piuttosto un’immagine di questo autunno strepitoso che ci sta capitando qui sull’isola. 



Calamari di piccole dimensioni freschissimi
zucchine di piccole dimensioni
fagioli cannellini già cotti in casa o pronti in barattolo
aglio
olio extravergine di oliva
sale, pepe bianco

Pulire i calamari giusto lo stretto necessario per eliminare “il becco” gli occhi e la penna. Tagliarli ad anelli e sciacquarli velocemente con acqua corrente.
Affettare sottilmente le zucchine con una mandolina (questa volta mi pare proprio indispensabile).
In una padella mettere dell’olio, uno spicchio di aglio schiacciato e un pizzico di pepe bianco. 
Appena l’olio è caldo gettare in padella anche i calamari e le zucchine, far rosolare a fuoco vivo per un paio di minuti, quindi incoperchiare e terminare la cottura a fuoco molto dolce mescolando spesso. Poco dopo unire anche i fagioli (non troppi, però) e terminare la cottura.
Le zucchine finiranno con lo sciogliersi e con creare una sorta di “legante” per i calamari. Salare solo alla fine. 
A seconda della quantità di calamari a disposizione questa ricetta può essere un secondo piatto o un piatto unico o, perché no, può essere servita anche con del cus-cus o con della fregula piccola cotta a parte in acqua leggermente salata.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page