venerdì 30 marzo 2012

Minestra rustica di patate, ceci, pomodoro e gamberi


Sono tornata! Tornata all'isola, dopo un breve periodo di esilio metropolitano e una breve vacanza in una piccolissima regione del Sud Italia. 

Devo dire che i tre giorni trascorsi in un ambiente diversissimo sia dalla metropoli, sia dalla mia isola, mi hanno aperto un mondo di riposanti campagne, di paesini ordinati, di splendide chiese romaniche, di gente bella, riservata e cordiale e…  di ottima cucina.  

Ho infatti assaggiato alcune specialità locali che mi sono davvero piaciute e la vacanza si è conclusa con il passaggio presso il ristorante di un giovane membro dell'Associazione JRE

In questo piccolo ed elegante locale ho potuto, una volta di più, constatare come la vera passione, la vera tecnica culinaria, la vera capacità di leggere le materie prime e interpretarle senza snaturarle siano cose mille miglia lontane da tante pessime trasmissioni televisive dove si pretende con profonda superficialità - scusate l'ossimoro - di insegnare a cucinare e di parlare seriamente di cucina.
Eh, beh, quando ci vuole ci vuole! 
Comunque, bando alle polemiche (d'altra parte, devo essere Spensierata), da questo memorabile pranzo ho preso modestissimamente ispirazione per la zuppetta di oggi.


Gamberi freschi
pomodori freschi
passata di pomodoro
patate
ceci cotti (in scatola o lessati previo ammollo)
aglio
brodo vegetale
olio, sale, pepe, peperoncino, prezzemolo
pane (facoltativo)

Pulire un paio di spicchi di aglio, sbucciare le patate e ridurle a cubetti, mondare i pomodori e farli a pezzetti. 

Scolare i ceci dall'acqua di cottura o di governo; separare le teste dalle code dei gamberi e pulire queste ultime da guscio e filo nero dorsale. 

Scaldare il brodo vegetale (non è necessario che sia brodo, ma può anche essere solo acqua). Tritare l'aglio, le patate e i pomodori con il mixer elettrico, quindi versare il tutto in una pentola per minestre (meglio se di coccio) dove si sarà già scaldato un poco di olio. 

Far scaldare e sobbollire leggermente, quindi condire con sale, pepe bianco e peperoncino. Aggiungere la passata di pomodoro e l'acqua e portare a ebollizione. 

Aggiungere quindi le teste di gambero (eliminate i "baffi", altrimenti ve li ritroverete nel piatto e non sarebbe proprio piacevole!) e cuocere circa dieci minuti. 

Unire anche i ceci e cuocere altri dieci minuti. Assaggiare e, nel caso, aggiungere sale o peperoncino. Pescare le teste di gambero con una pinza da cucina, strizzandole leggermente per non sprecare nulla del loro gustoso contributo al sapore della minestra. Quindi eliminarle. 

Tagliare le code di gambero in tocchetti e unirle alla minestra. Cuocere ancora non più di tre minuti, cospargere di prezzemolo tritato e servire accompagnando con fette di pane.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page