mercoledì 16 maggio 2012

Cipolle e briciole sulle tagliatelle



Ebbene sì: amo le cipolle e loro amano me… nel senso che non mi fanno mai piangere. Non so perché, ma sono immune dal loro “effetto collaterale” e quindi le uso, le manipolo e le trasformo.

L’altro giorno ho finalmente completato la mia produzione primaverile di marmellata di cipolle.


E ieri, visto che qualche esemplare era scampato alla trasformazione in marmellata, ho preparato un sughetto per la pasta velocissimo, povero e semplice, ma (per chi ama le cipolle) molto gustoso.

Cipolle rosse (meglio Rosse di Tropea, che sono più dolci, ma va bene qualunque altro tipo di cipolla)
pasta fresca
pane raffermo
pecorino stagionato
olio, latte
sale, pepe

Mondare e affettare sottilissimamente almeno una cipolla rossa. 
Tostare del pane già raffermo, meglio se pane cotto al forno e quindi caratterizzato da un sapore particolarmente aromatico; scaldare l’acqua per la pasta salandola leggermente e aggiungendo un cucchiaino di olio.
In una pentola dal fondo spesso far scaldare un poco di olio con un pizzico di sale e uno di pepe bianco, gettarvi le cipolle, mescolare velocemente, quindi ricoprire di acqua e latte in parti uguali e far stufare dolcemente fino a che le cipolle non saranno ben cotte (se necessario aggiungere altra acqua, ma senza esagerare). Ci vorranno al massimo dieci minuti.
Tritare il pane non troppo finemente (basta un colpetto di tritatutto elettrico) per ottenere un mucchietto di briciole; grattugiare del buon pecorino stagionato. 
Cuocere la pasta fresca per i pochi minuti necessari, scolarla, ma conservare un mestolino di acqua di cottura; gettarla nella pentola delle cipolle, unire le briciole, il formaggio e l’acqua di cottura. Mantecare e servire immediatamente.  


Se non avete la possibilità di usare la pasta fresca (io ho un fornitore che, per un ottimo rapporto qualità/prezzo, mi risparmia il travaglio di prepararla in casa in una cucina minuscola…), suggerisco di usare degli spaghetti grossi o degli spaghetti alla chitarra.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page