sabato 23 giugno 2012

Un panino-ratatouille


Avete letto da qualche parte che l'isola è stata in questi giorni "la regione più calda d'Europa"? Beh, è vero. 

Se a Parigi piove (mi dicono) da quarantotto giorni consecutivi, se a Milano è umido e fa un caldo terribile, qui… si cuoce al sole e si soffre chiusi in casa come non mai. 

Al mare si sta bene, però! Peccato che non ci possa andare, sommersa dal lavoro (sei articoli da scrivere per la settimana prossima e centosettanta pagine di bozze da correggere, giusto per capirci) e bloccata da qualcuno alle prese con gli esami di maturità! Per fortuna che il mio ortolano c'è. 

E mi consola spiegandomi della bellezza dei fiori delle melanzane, mostrandomi pomodori di un rosso commovente e assicurandomi che le donne avranno sempre più fantasia degli uomini in cucina come nel far funzionare le relazioni. Un filosofo, il mio ortolano! Sta di fatto che le sue melanzane di ieri erano davvero bellissime e allora le ho trasformate in una sorta di veloce panino-ratatouille per pranzo. Non si poteva pretendere di più…




Pane (buono, cotto al forno, a lievitazione naturale, of course!)
melanzane
pomodori
cipolle
aglio
olio
sale
peperoncino
formaggio pecorino di media stagionatura
basilico
 

Tagliate il pane in modo da avere una superficie adatta ad accogliere un "ripieno". Io avevo una bella ciambella, quindi è stato facile, ma anche delle fette spesse andranno bene. 
Mondare le melanzane, i pomodori e le cipolle. Tagliare le prime a fettone, i secondi a pezzettoni e le ultime a fettine sottili. Pulire e tritare grossolanamente uno spicchio d'aglio. 

Cospargere il pane di buon olio, a piacere salarlo un pochino e lasciarlo da parte.
In una padella bassa e larga far scaldare olio con aglio e peperoncino, aggiungere le cipolle e far saltare, unire poco dopo le melanzane e farle saltare perché si coloriscano, incoperchiare e cuocere circa 5 minuti. 

A questo punto porre il pane in forno per farlo tostare (non troppo!). Unire i pomodori alle melanzane e completare la cottura. Nel frattempo tritare alla mezzaluna un pezzetto di pecorino con delle foglie di basilico fresche. Per questo serve un pecorino non troppo stagionato: la mezzaluna è l'unica soluzione per unire il sapore del formaggio con l'aroma del basilico senza rovinare entrambi.

Disporre il pane sul piatto, riempirlo con la "piccola ratatouille" e cospargere di formaggio al basilico.
Attendere un paio di minuti e servire.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page