lunedì 1 aprile 2013

Salsa di aglio selvatico


Certo, per prima cosa deve esserci una bella giornata di sole. Una almeno, in questa primavera piovosa! 

Poi bisogna stare in un posto "pulito"; cioè vera-campagna e non parco urbano, per intenderci. 


Poi bisogna che ci sia aglio selvatico (allium triquetrum) a profusione, come accade qui ogni primavera (e ancor di più quest'anno, viste le piogge) 

E poi, soprattutto, non bisogna temere di tornare a casa... odorose di campagna.




Una volta raccolto il bottino, si può utilizzarne una parte subito in insalata con i pomodori, conservarne un po' in freezer e poi inventarsi questa salsina.



Aglio selvatico
scorza di limone
sale, pepe bianco
olio evo

Mondare l'aglio selvatico, eliminare i fiori, tagliare i gambi grossolanamente.
Lavare per bene un limone non trattato, prelevare la scorza con un pelapatate affilato e tagliarla pezzi.


Riunire i due ingredienti nel bicchiere del frullatore, condire con

pochissimo sale pepe bianco macinato al momento. 

Unire olio evo e far partire il frullatore a bassa velocità fino a ottenere una salsina omogenea.
Conservare, con la superficie coperta di olio, in un barattolino ben chiuso.



Si usa con le carni di maiale, con il bollito e con il pesce arrosto.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page