martedì 18 febbraio 2014

Che passione! Ovvero: tallutzas in verde


Continuano gli esperimenti sulle tallutzas in "casa Orata". Chi non l'avesse letta, può recuperare la precedente ricetta proprio qui sopra (Oggi Tallutzas!).
Il verde è assolutamente il colore della primavera  e quindi oggi vi propongo un piatto di tallutzas tutte in verde.
Verdi le fave fresche - le primissime della stagione - ; verdi i pistacchi che vengono direttamente dalla Sicilia; verde la "muffa buona" del nostro fantastico formaggio di erborinato di capra.




Tallutzas
favette freschissime
formaggio erborinato di capra
pistacchi al naturale (non tostati né salati, ovviamente)
aglio
menta fresca
olio evo
pepe bianco
burro, latte
sale




Sminuzzare uno spicchio di aglio (o lasciarlo intero per recuperarlo in seguito, se non gradite il sapore) e scaldarlo in olio. Aggiungere le favette sbucciate e mondate. Farle saltare per un attimo nella padella, quindi bagnare con un po' di acqua mista a latte e farle stufare lentamente.

A metà cottura unire una manciata di pistacchi puliti e alcune foglie di menta. Completare la cottura, allontanare dal fuoco, ma mantenere al caldo.

Lessare le tallutzas in abbondante acqua salata.

Mentre la pasta cuoce trasferire le fave con tutto il loro intingolo nel bicchiere del frullatore, unire il formaggio erborinato a pezzetti, una piccolissima noce di burro e, solo se occorre, ancora un po' di latte (o, eventualmente, un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta) e frullare per ottenere una crema.
 



Scolare la pasta, condirla con la crema di fave e formaggio, completare con una spolverata di pepe bianco e, se è necessario, con un po' di sale. Mescolare e servire subito.

2 commenti:

  1. Grazie di avermi fatto conoscere questo particolarissimo formato di pasta! Quando questa estate verrò in Sardegna andrò sicuramente a cercare le Tallutzas :-)

    RispondiElimina
  2. Scrivimi pure, se hai bisogno di indicazioni e indirizzi "fidati" dove fare la spesa!

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page