lunedì 31 marzo 2014

Torta di ricotta e pere


La mia amica Maria Cristina mi ha passato un'ottima ricetta per la torta di ricotta, che lei, a sua volta, ha preso da sua mamma. 

Insomma, una torta superclassica tramandata di mamma in figlia, che io ho un po' rivisitato. 

Facilissima da fare con ingredienti molto comuni. L'unico accorgimento è, ovviamente, procurarsi una ricotta "vera", buona, fresca, non acquosa, saporita. 


300 g di ricotta fresca di pecora (ma anche di vacca va bene)
200 g di zucchero di canna
200 g di farina 00 + un po'
130 g di farina integrale di grano korashan (commercialmente Kamut)
2 uova intere
1 bustina di lievito in polvere per dolci
succo di limone
1 pera grande (o 2 piccole)

Pesare gli ingredienti, miscelare tra loro le farine e il lievito, passare la ricotta attraverso un setaccio o un colino robusto.

Mondare la pera (o le pere) e tagliarla a piccoli pezzi irregolari, quindi raccogliere i pezzi in una scodella e irrorali con succo di limone.

Accendere il forno e portarlo a 180°.

Imburrare e infarinare una tortiera del tipo apribile (io ne ho usata una di 22 cm di diametro, ma, se l'avete un po' più grande, va bene lo stesso).

Montare le uova con lo zucchero, usando una frusta, fino a ottenere un composto molto leggero e spumoso. 
Poi unire la ricotta e mescolare bene. 
Unire, setacciando e poco per volta, il mix di farine e mescolare (ora con una spatola di silicone o un cucchiaio di legno) fino ottenere un composto liscio e senza grumi.

Per ultimi unire i dadini di pera, scolati dall'eventuale succo di limone e cosparsi di farina (in modo che non affondino e si distribuiscano meglio nell'impasto).

Versare l'impasto nella tortiera, infornare e cuocere circa 30 minuti a 180°; poi abbassare la temperatura a 160° e cuocere altri dieci minuti.

A cottura ultimata aprire il forno e attendere dieci minuti prima di estrarre la tortiera dal forno e la torta dalla tortiera. Quindi deporla su una griglia e lasciarla raffreddare (tagliarla quando è ancora calda è un grande rischio!).

Se proprio proprio volete esagerare, potete servirla con una leggera crema alla vaniglia.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page