lunedì 1 aprile 2019

Torta salata di carote e cipollotti con farina di farro



Da quando ho iniziato la mia avventura con la pastamadre (su frammentu, lievito madre… chiamatela come volete) la mia dispensa si è pericolosamente riempita di sacchetti e sacchettini di diversi tipi di semola e farina; da quella più integrale e rustica alla finissima farina di grano tenero, passando per quella di farro, di canapa, di lenticchie, di castagne e di grano saraceno. Amo sperimentare da sempre, ma ora la cosa mi ha (forse) un po’ preso la mano. Comunque sia, sto utilizzando le diverse farine anche per le torte dolci e salate, oltre che per pane e focacce, per evitare di conservare i sacchetti aperti troppo a lungo. Questa è una torta salata semplicissima e colorata, che si può fare naturalmente anche con altri abbinamenti di verdure.

 

150 g di semola rimacinata finissima
100 g di farina di farro integrale
100 g di olio extravergine di oliva
½ cucchiaino da caffè di sale
acqua q.b.

4 carote di forma e lunghezza regolare e uniforme
2 cipollotti
1 piccola noce di burro
2 uova
3 cucchiai di latte
pecorino grattugiato

Setacciare insieme semola e farina in una ciotola. Aggiungere l’olio e il sale e lavorare con la punta delle dita fino ad avere un mucchietto di briciole fini. Aggiungere un po’ di acqua e impastare; aggiungerne altra poco per volta e solo quanta ne occorre per avere una massa lavorabile. Lasciar riposare.

Mondare le verdure; tagliare sia le carote, sia i cipollotti per il lungo per ottenere dei “nastri” abbastanza spessi (per questo è importante che le carote siano di dimensione uniforme).

In una padella larga sciogliere la noce di burro, adagiare le verdure possibilmente in un solo strato e farle cuocere a fuoco dolce per alcuni minuti, o finché saranno abbastanza tenere da poter essere manipolate. Lasciarle raffreddare.

Portare il forno in modalità ventilato a 180°.



Mescolare con una forchetta le due uova intere e il latte (aggiungere a piacere un pizzico di sale).

Riprendere la pasta, foderare una tortiera con carta forno - o imburrarla e infarinarla - quindi stendere la pasta direttamente nella tortiera ricoprendo anche i lati. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta.

Sistemare le verdure in cerchi concentrici partendo dall’esterno, alternandole o formando dei motivi che giochino con il contrasto di colore. Versare la miscela di uova sopra le verdure. Cospargere con pecorino grattugiato a piacere (per la torta che vedete in foto ne ho usato meno di un cucchiaio).



Cuocere per circa 25 minuti sul ripiano centrale del forno a 180°.

Sfornare la torta e attendere almeno 10 minuti prima di tagliarla.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page