domenica 15 dicembre 2013

Morbido muffin con mele e semi di papavero





Mattinata in casa ad aspettare l'idraulico. Che non arriva né all'ora fissata, né un'ora dopo e nemmeno due ore dopo. Mai capitato?
L'unica soluzione è passare un po' di tempo facendo telefonate agli amici invitandoli per il tè della cinque; tanto sapete già che anche a quell'ora sarete comunque a casa, aspettando. 

Nel frattempo, preparate i muffin più semplici che vi vengono in mente.

Questa ricetta è facilissima e si presta a infinite varianti: al posto delle mele potete mettere le pere, o, in stagione, le ciliegie. Oppure potete decorare ogni muffin con una singola mandorla, noce o nocciola; potete mettere scaglie di cioccolato, oppure sostituire la scorza di limone con quella d'arancia e aggiungere mezzo cucchiaino di zenzero in polvere.


L'importante è utilizzare il barattolino di yogurt come unità di misura. In genere si tratta di unità di 125 grammi, ma, anche se il vostro barattolino di yogurt è più capiente (il mio era 150 grammi, per esempio), va benissimo ugualmente. L'importante sono le proporzioni.




1 barattolino di yogurt intero del tipo cremoso
2 uova
1 barattolino e 1/2 di zucchero
1/2 barattolino di olio di oliva
3 barattolini di farina
1 bustina di lievito
scorza di limone grattugiata
mela
semi di papavero

Preriscaldare il forno a 170°. Imburrare e infarinare gli stampini  - singoli o in teglia - da muffin. Sbucciare una piccola mela e tagliarla a dadini, bagnandoli poi con un po' di succo di limone perché non anneriscano. 


Con una frusta montare le uova con lo zucchero aggiungendo la scorza di limone grattugiata. Quando il composto sarà spumoso e chiaro, unire lo yogurt e l'olio di oliva. A questo punto abbandonare la frusta e passare alla spatola di silicone e aggiungere, setacciando accuratamente, la farina mescolata al lievito. 


Versare negli stampini riempiendoli non più di metà e aggiungere a ogni dolcetto qualche dadino di mela e una spolverata di semi di papavero. 





Cuocere per circa 15 minuti.
Attendere circa dieci minuti a forno spento e leggermente aperto, quindi togliere i dolcetti dallo stampo.
Meno di mezz'ora e un risultato garantito. Tornate ad aspettare… o fate una infornata di biscotti.


martedì 3 dicembre 2013

La prima volta degli gnocchi (di patate) nella nuova cucina


Non avete certo bisogno che vi dica come fare gli gnocchi! 

Patate* lessate con la buccia (per due persone circa 500 g), farina bianca (circa 150 g), tuorlo d'uovo (1), sale (un pizzico). 
Fine.

Per condirli un fungo sardo: il cardoncello, saltato con aglio, olio, prezzemolo e timo selvatico.











*confesso che le mie patate erano un po' speciali: patate di Gavoi.