lunedì 16 novembre 2015

Petto di pollo con verdurine



Mai titolo fu più laconico. In effetti si tratta proprio di un semplice petto di pollo con semplici verdure; il che evoca immediatamente qualcosa di poco attraente e non proprio saporito. Invece è stato un ottimo pranzo.

Primo accorgimento: evitare il “pollo da supermercato”. Sappiamo tutti che trovare carne di pollo non-insapore nella grande distribuzione è un’impresa quasi impossibile; l’ideale sarebbe cercare di procurarsi un pollo allevato con metodi rispettosi del benessere dell’animale (sempre relativamente parlando, ovviamente) e, di conseguenza, anche del benessere di chi lo mangia.

Inoltre il pennuto deve avere il tempo di crescere e di raggiungere una certa età e un certo peso, di razzolare all’aperto e di... farsi i muscoli. Meglio ancora se, invece del solo mangime somministrato dall’uomo, riesce a procurarsi parte del cibo da solo. In quel caso un solo mezzo petto sarà sufficiente e soddisfacente per due persone, sia per la quantità, sia per il gusto. Purtroppo, invece, i polli da supermercato vengono macellati troppo giovani e sono troppo piccoli, oltre che insapori.

Idem per le verdure: scegliere verdure di stagione. Lo so che qui siamo fortunati, perché “la stagione” di certe verdure è più lunga: per esempio pomodori e zucchine sono ancora di campo, viste le temperature miti, ma non è difficile trovare buona verdura anche altrove.

Tenendo conto di queste premesse, ovvero: qualità degli ingredienti prima di tutto, preparare questo piatto è quanto di più semplice si possa pensare.



Per due persone:

½ petto di pollo (come dicevo il mio pollo era grande; in caso contrario usatene uno intero legandolo con spago da cucina in modo che rimanga compatto)
verdure secondo il gusto in un misto di carote, sedano, cipolla, pomodori e zucchine
aglio
erbe fresche: prezzemolo, erba cipollina, maggiorana
olio extravergine di oliva
sale, pepe bianco

Mondare sedano, cipolla, carota e zucchina e tagliare tutto a dadini piccoli. Eliminare bene i semi dai pomodori e ridurli in piccoli pezzi. In una casseruola dai bordi alti e dotata di coperchio scaldare dell’olio. Gettarvi le verdure, mescolare bene per qualche minuto, quindi aggiungere non più di un mestolino d’acqua calda e lasciarle stufare sul fornello più piccolo con la fiamma al minimo e, se possibile, frapponendo una retina spargifiamma.

In una padella antiaderente che possa contenere giustamente il petto di pollo, far scaldare pochissimo olio con (se piacciono) alcuni spicchi di aglio sbucciati e leggermente schiacciati. Rosolare per bene la carne su tutti i lati, quindi cuocerla per circa cinque minuti da una parte e cinque dall’altra a fuoco medio-vivace. Si deve ben colorire.

Nel frattempo le verdure saranno quasi cotte. Salarle leggermente. A questo punto adagiare il petto di pollo nella casseruola delle verdure, chiudere il coperchio e cuocere – senza mescolare, ma, se mai, scuotendo leggermente la pentola – per circa 10 minuti a fuoco dolcissimo. L’umidità delle verdure dovrebbe bastare; nel caso aggiungere acqua, ma davvero pochissima, cercando di non bagnare il pollo, ma solo le verdure.

Nel frattempo pulire e tritare con la mezzaluna le erbe fresche.

Spegnere il fuoco, attendere qualche minuto, scoperchiare la casseruola, estrarre la carne. Versare le verdure sul piatto di portata, adagiavi il pollo, cospargere con le erbe appena tritate e aggiungere pochissimo pepe bianco macinato al momento. Portare a tavola.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page