venerdì 3 marzo 2017

Orecchiette integrali con verza, fagioli bianchi e pomodori secchi



Seguire un regime alimentare sano è più che altro una questione di equilibrio. In generale seguire il ritmo delle stagioni consumando cibi freschi e il meno possibile elaborati aiuta molto e le verdure cotte o crude non possono mancare; insomma il più delle volte la “fatica” di una dieta è quella di cercare idee per rendere appetitoso l’ingrediente sano.

Vivere in Italia, dove le risorse per una cucina saporita con pochi ingredienti non mancano, è una grande fortuna; in particolare se si vive su un’isola dove agricoltura e pastorizia sono ancora realtà vive e i cui frutti sono alla portata di tutti.

L’importante è fare la spesa con attenzione, con criteri specifici. Questo piatto, per esempio, ha davvero pochissimi ingredienti, ma contiene legumi, verdure, pasta e... sapore con davvero pochissimo sforzo.

Per due persone

100 g di orecchiette integrali (o altra pasta)*
100 g di fagioli bianchi (secchi da ammollare)
¼ di verza
2 spicchi d’aglio
4 pomodori secchi
4 cucchiai d’olio
sedano, carota, cipolla



Mondare sedano, carota e cipolla e avviare un brodo con circa due litri d’acqua. Quando l’acqua bolle gettare nel brodo i fagioli e cuocerli “al dente”. I tempi dipendono molto dal tipo di fagioli e dall’ammollo cui li avrete sottoposti. Io ho utilizzato dei fagioli bianchi piccolissimi, di una varietà sarda, che sono rimasti a bagno per sole quattro ore e sono giunti a cottura in circa un’ora.
Filtrare il brodo e conservarlo. Tenere i fagioli da parte.

Mondare la verza, affettarla in striscioline il più possibile sottili, lavarla bene.

Mondare l’aglio, tritarlo con il coltello, farlo scaldare nell’olio, quindi aggiungere la verza. Mescolare bene, bagnare con un paio di mestoli di brodo e lasciar stufare lentamente. Dopo circa venti minuti aggiungere i pomodori secchi ben sciacquati e sminuzzati.



Portare a ebollizione l’acqua salata per la pasta. Nel frattempo aggiungere i fagioli alle verze. Cuocere la pasta al dente e aggiungere anche quella. Mescolare il tutto per alcuni minuti e, se occorre, aggiungere qualche cucchiaio di brodo. Servire.

* io ho utilizzato delle orecchiette, che ho fatto in casa con una semola integrale di grano duro varietà Cappelli (da coltivazione locale) molto buona, acqua, pochissimo olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.







Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page