venerdì 24 febbraio 2017

Risotto con indivia belga e nocciole

-->
L’indivia belga, devo dirlo, non mi è particolarmente simpatica. Affettata e condita come una normale insalata mi pare insignificante, cotta ha più personalità, ripiena o utilizzata come “barchetta” per traghettare una salsina saporita può andare, ma... no, non mi convince. Per aggirare l’ostacolo l’ho utilizzata per un risotto tutto sui toni del biancocrema. Un risotto semplice, con il tocco aromatico delle nocciole.


Per 2 persone

150 g di riso per risotti (io ho usato il Carnarolis di Risoristano)
2 cespi di indivia belga
1 piccolo porro
2 noci di burro
carota, sedano, cipolla per il brodo vegetale
una manciata abbondante di nocciole tostate
40 g di formaggio pecorino grattugiato
sale, pepe
Vernaccia di Oristano doc


Preparare il brodo vegetale: gettare in un litro e mezzo di acqua una carota e una costa di sedano tagliati in tocchi, qualche guaina di cipolla e una mezza manciata di nocciole tostate; aggiungere due (di numero) grani di sale grosso e lasciar sobbollire per una mezz’ora. Filtrare e tenere al caldo. Le nocciole daranno un tocco di sapore in più al brodo.

Sciogliere una noce di burro in una pentolina dal fondo spesso, aggiungere il porro mondato e tagliato in rondelle finissime (su su fino alla parte verde, che, se il porro è piccolino, sarà ugualmente tenera). Lasciarlo appassire a fuoco dolce.

Aggiungere il riso, sollevare la fiamma e farlo tostare mescolando per almeno tre minuti. Spruzzare quindi con un po’ di Vernaccia. Lasciar sfumare l’alcol, quindi coprire di brodo e iniziare la cottura. Dopo 5 minuti aggiungere l’indivia belga mondata, affettata finemente e ben lavata. Continuare ad aggiungere brodo bollente, mescolare e portare a cottura.



Nel frattempo sminuzzare con un coltello pesante le restanti nocciole tostate e grattugiare il formaggio.

Quando il riso è pronto allontanare la pentola dal fuoco, aggiungere l’altra noce di burro, le nocciole e il formaggio. Mantecare e servire.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page