martedì 25 agosto 2015

Crostata di more



Ecco, come anticipato, il post sulla crostata di more. La ricetta è semplicissima; la frolla è quella classica; le more bisogna procurarsele da soli a costo di... lasciarci la pelle!

250 g di farina più un po’ per la tortiera
100 g di burro più un po’ per la tortiera
100 g di zucchero bianco a velo
2 uova
1 pizzico di sale

more appena colte
1 biscotto (nel senso di biscotto sardo, ovvero un savoiardo morbido)
2 cucchiai di marmellata di fragole fatta in casa







Setacciare la farina sul piano di lavoro (meglio se di marmo), aggiungere lo zucchero a velo e il pizzico di sale. Unire poi il burro molto molto morbido a piccoli pezzi e iniziare a lavorare. Quando si avrà una montagnetta di briciole disporle a fontana e unire le uova. Lavorare ancora; prima con le dita, poi con il palmo delle mani imprimendo alla pasta tanti giri quanti sono sufficienti a renderla omogenea. Avvolgere la pasta in pellicola per alimenti e conservarla in frigorifero per almeno due ore.

Mondare le more.

Imburrare e infarinare uno stampo per crostate (meglio se di ceramica) da 26 cm e accendere il forno per portarlo a 180°.

Stendere la pasta con il matterello sopra un foglio di carta forno, quindi ribaltare il foglio sopra lo stampo e sistemare per bene la pasta. Bucherellarla con una forchetta.

Piegare in due la carta forno appena utilizzata, chiudervi il biscotto e sbriciolarlo finissimamente passando e ripassando con il matterello.
Mescolare le briciole ottenute con la marmellata di fragole e ricoprire il fondo della torta.

Versare quindi tante more quante ne servono per coprire bene tutta la superficie della pasta in un solo strato: meglio qualcuna in più che qualcuna in meno (il peso complessivo della frutta dipende dalla misura dei singoli frutti).

Inserire la tortiera nel forno e far cuocere a 180° per circa 30 minuti.

Spegnere il forno e attendere una decina di minuti prima di estrarre la torta. Servirla poi direttamente nella tortiera di ceramica. Ottima così, sublime con una pallina di gelato alla vaniglia fatto in casa.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page