giovedì 18 giugno 2015

Muffin con le albicocche



Di muffin non ce n’è mai abbastanza. Si possono fare in mille e una maniera, sono simpatici (così tondetti...), sono molto più facili da trasportare di una torta - salata o dolce che sia - quando si è invitati e, cosa da non trascurare, se non si consumano subito, si possono riciclare per la colazione o la merenda del giorno dopo.

La scorsa settimana ero nella metropoli e, come sempre cerco di fare, ho organizzato incontri con i vecchi amici. In due occasioni ho improvvisato delle nuove ricette; una salata con formaggio e ciliegie, una dolce con albicocche e pinoli.

Entrambe hanno riscosso un certo successo (almeno così mi hanno detto, ma sono amici carissimi e di vecchissima data, quindi non si sa mai...): oggi vi illustro la ricetta di quelli dolci.

Per 12 muffin:

200 g di farina khorasan (commercialmente Kamut)
3 uova medie
6 albicocche mature di medie dimensioni
100 g di zucchero di canna
100 g di ricotta fresca di vacca
100 g di yogurt tipo greco
100 ml di olio extravergine di oliva
16 g di lievito in polvere per dolci
24 pinoli



Preparare uno stampo (del tipo con 12 alloggiamenti) imburrandolo e infarinandolo. In alternativa al burro è possibile spennellarlo con olio. Lavare le albicocche e dividerle a metà e ancora metà: ovvero ottenere 24 pezzetti.

Sbattere uova intere e zucchero con una frusta o una forchetta. Il composto diventerà spumoso, ma non bianco e soffice, poiché lo zucchero è troppo poco ottenere quel risultato.

Mescolare yogurt, olio e ricotta passata al setaccio e unire il tutto al composto di uova e zucchero. Amalgamare bene.

Setacciare una o due volte la farina insieme al lievito per eliminare ogni grumo o impurità. Poi unirla poco per volta all’impasto.

Versare due cucchiai di impasto in ogni stampo, quindi disporre sulla superficie di ogni muffin due pezzetti di albicocca e due pinoli.

Cuocere in forno già caldo a 170°, sul ripiano centrale, per circa 20/25 minuti. Dopo 20 minuti si può procedere con la fatidica prova stecchino.

Lasciare riposare una decina di minuti prima di togliere i dolcetti dallo stampo, poi farli raffreddare completamente su una griglia.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page