martedì 22 settembre 2015

Losanna, Lausanne, Losena e il mercato

 
-->
Sto andando a nord e capito a Losanna (Lausanne e in arpitano Losena; città svizzera, capitale del Canton Vaud affacciata sul lago Lemàno, o di Ginevra) la mattina in cui c’è il bellissimo “mercato del contadino” settimanale!
Parecchie decine di bancarelle disposte lungo un percorso pedonale di per sé molto elegante, che offrono frutta, fiori, verdure, spezie, formaggi, pane e dolci fatti in casa.
Uno spettacolo che una luminosa giornata d’autunno non può che rendere ancora più bello.







Molti espositori sono coltivatori diretti e propongono le poche varietà di ortaggi o frutta autoprodotte sistemate in modo fantasioso e accattivante in cesti e cassette di legno. Il signore che mi ha venduto due chili delle mie prugne preferite mi ha spiegato come e dove conservarle e ha voluto sapere se avevo intenzione di farne marmellate; quando gli ho detto che avrei fatto un chutney quasi mi abbracciava, tutto contento!






Poi ci sono i produttori di formaggi che sciorinano orgogliosi i prodotti del latte (Etivaz e Vacherin in testa) delle loro mandrie o greggi allevate sugli ordinatissimi pascoli locali.

Chi fa il pane racconta come quella specifica quantità o varietà di lievito madre dia vita a quello specifico profumo e sapore di filoni e pagnotte. E il profumo è effettivamente meraviglioso.




Chi vende fiori compone mazzi coloratissimi e li avvolge in carte, nastri e spaghi in modo così delizioso; meglio della più raffinata delle boutique.







Non manca il tocco esotico: un ragazzo insiste perché assaggi una bevanda allo zenzero che coltiva in una serra riscaldata nel proprio giardino; mentre un altro, nordafricano, illustra gli aromi delle spezie che vende sia in ordinati barattoli trasparenti (per gli svizzeri), sia sciolte e pesate al momento (per gli altri, dice ammiccando).





E per rimanere sul classico non si può evitare una degustazione al volo dei vini della regione. Eh, sì, forse non tutti sanno che nel Vaud il vino si fa, eccome! Non per nulla dal 2007 i vigneti di Lavaux (811 ettari tra Losanna e Chinon) sono iscritti nel patrimonio mondiale dell'UNESCO.






Se non dovessi viaggiare giuro che comprerei tutto!



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page