giovedì 21 luglio 2016

Polpettine di ceci e prezzemolo



Visto che siamo oltre metà percorso, dovremmo ormai sapere tutti il 2016 è stato dichiarato dalla FAO Anno Internazionale dei Legumi. I legumi fanno bene anzi benissimo; possono essere un’importante fonte di proteine per chi segue una dieta senza carne; hanno prezzi contenutissimi e non sono affatto difficili da coltivare.

In Sardegna le fave hanno sempre goduto una grande fortuna e non conoscono declino; anzi vengono coltivate in ogni orto - e anche in molti uliveti - con grande facilità. Un po’ meno lenticchie e ceci, che stavano scomparendo dai campi della Marmilla, zona tradizionalmente vocata a questo genere di prodotto agricoli. Da qualche anno la Regione Sardegna, con le sue Agenzie per l’agricoltura, sta cercando di ri-promuoverne la diffusione tenendo presente, tra le altre cose, che le leguminose sono perfette da alternare al grano nell'ambito della rotazione agraria perché migliorano naturalmente le condizioni del suolo. Niente male, no?

Da consumatore quello che posso dire è che i legumi: fagioli, fave, lenticchie, ceci coltivati in Sardegna sono (più?) buoni. I ceci in particolare  - che si vendono solo secchi - sono piccolini sì, ma saporiti, sodi e asciutti. Ottimi per le minestre, come contorno, da servire in insalata o insieme alla pasta fatta in casa. Unico accorgimento: metterli a bagno in una ciotola con molta acqua per almeno 24 ore. Una notte non basta. Poi via libera alla fantasia.


Polpettine di ceci al prezzemolo

200 g di ceci (precedentemente ammollati) lessati in acqua con sedano, carota e cipolla, senza sale
30 g di gallette o crosta di pane molto secco
20 g di prezzemolo fresco
1 tuorlo
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di succo di limone filtrato
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe bianco q.b.

Dopo aver lessato i ceci e averli ben scolati, lasciarli raffreddare completamente.

Versarli poi nel vaso del mixer, aggiungere tutti gli altri ingredienti e azionare dapprima a scatti e poi in modo continuato fino a ottenere un composto omogeneo e abbastanza fine.

Prendere poco composto per volta e formare delle polpettine schiacciate di massimo 3 centimetri di diametro.

Versare un cucchiaio d’olio in una padella tipo wok (fondo concavo), fare in modo che si ungano bene le pareti, quindi porla sul fuoco. Quando sarà ben calda gettarvi le polpettine tutte insieme. Cuocerle per una manciata di minuti a fuoco medio tenendo sempre la padella in movimento. Quando saranno ben colorite, chiudere con il coperchio, abbassare la fiamma e lasciar cuocere ancora qualche minuto smuovendo solo leggermente la padella.

Servire le polpettine tiepide, accompagnate da un’insalata mista con pomodori, cetrioli e zucchine grattugiate, condita con olio e succo di limone. Anzi, una buona idea è far scivolare le polpettine dritte nell’insalata e mangiare tutto insieme.  


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page