venerdì 27 maggio 2016

Polpettine di patate e asparagi


Qualche tempo fa ho preparato dei ravioli con pasta di semola semi-integrale e un ripieno (liberamente) ispirato ai culurgiones, con patate e formaggio.

Dopo qualche giorno mi sono resa conto che i medesimi ingredienti utilizzati per quel ripieno sarebbero stati ottimi anche per delle polpettine.

Detto fatto.

Per circa 30 polpette (dipende dalla misura, ma io starei sul piccolo)



300 g circa di patate
una dozzina asparagi verdi coltivati di medie dimensioni
1 spicchio d’aglio
50 g circa di pecorino grattugiato

semola rimacinata di grano duro
due uova

olio extravergine di oliva
burro
sale


Lessare le patate con la buccia. Quando saranno cotte sbucciarle subito, passarle con lo schiacciapatate e lasciarle raffreddare in una ciotola.

Mondare gli asparagi e tagliarli a rondelle sottilissime, comprese le punte. Scaldare un poco di olio e una piccola noce di burro in un tegame, unire gli asparagi e stufarli fino a che non saranno teneri, aggiungendo acqua se serve. Lasciarli raffreddare, poi aggiungerli alle patate.

Grattugiare lo spicchio d’aglio e unirlo alle verdure. Completare con il pecorino. Assaggiare e aggiungere sale solo se il pecorino non è già abbastanza saporito.

Mescolare bene il tutto, quindi lasciar riposare il composto in frigorifero.

Preparare un piatto grande con la semola (tenere a portata di mano il barattolo per aggiungerne altra quando serve) e sbattere le due uova in una ciotola ampia e bassa con una forchetta.

Riprendere il composto di verdure e formare tante piccole polpette con le mani, adagiandole via via nella semola. Farle rotolare in modo che si ricoprano per bene, quindi immergerle, poche per volta, nell’uovo battuto e quindi ripassarle nella semola facendo in modo che aderisca bene.

In una padella larga e bassa scaldare una grossa noce di burro e un paio di cucchiai di olio. Gettarvi le polpettine e cuocerle muovendole spesso fino a che non saranno dorate e croccanti.



Servirle bollenti!




Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page