giovedì 23 giugno 2011

Solstizio d'estate (molte ricette, ma più che altro le zucchine marinate)


Sull’isola un inizio-estate tra i più perfetti e luminosi mai visti. Il cielo pare di porcellana, i tramonti sono struggenti, le stelle illuminano la notte persino prima che la luna si faccia vedere, il mare è… una cartolina e, finalmente, cominciano ad arrivare sorelle e amiche!
Il solstizio d’estate in questa famiglia di Orate porta infatti compleanni e feste e quindi in questi giorni ho passato, con molta gioia, un certo tempo in cucina, oltre che al mare. 

Nessuna ricetta nuova… anzi, ho preferito andare sul sicuro, agire un po’ con il pilota automatico, anche perché le chiacchiere, le incursioni dei curiosi in cucina e la certezza matematica che la cuoca sarebbe stata coinvolta in numerosi brindisi non permettevano grandi esperimenti.

Comunque ho sfornato un paio di torte salate con ratatouille; due versioni di torta allo yogurt: una con marmellata di fragole e una con marmellata di arance; una montagna di tzatziki-alla-mia-maniera; la mia ormai mitica e richiestissima fregula con le seppie e una gradita (minuscola) novità, ovvero le zucchine marinate.

Di queste ultime vi illustro brevemente la ricetta.

Tagliare a nastri le zucchine (meglio utilizzarne sia del tipo verde scuro, sia del tipo chiaro per un miglior effetto estetico) con una mandolina o con un semplice pelapatate ad archetto; disporle in un bel piatto da portata in uno o più strati (magari incrociandole).
 
Emulsionare succo di limone e olio extravergine di oliva con poco sale e poco zucchero di canna e, volendo, del pepe verde macinato al momento e cospargerne le zucchine.
Sciacquare un bel mazzetto di basilico greco e cospargere delle sole foglie le zucchine. Lasciar riposare per almeno un paio d’ore in frigorifero prima di servire. 

Io ho usato questo basilico greco che ho trovato dal mio ortolano di fiducia in vasetto (da quando l’ho comperato è cresciuto di più del doppio), che ha un sapore delicato e aromatico e si presta a queste preparazioni poiché ha foglioline piccolissime che non necessitano di essere né spezzate né tritate; ma, naturalmente, potete utilizzare anche il normale basilico genovese, oppure della maggiorana fresca.

Bene, vado a riordinare la spesa di verdura e frutta, intanto penso a cosa preparare per pranzo. Presumo che le melanzane oggi saranno le protagoniste…


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page